Archivio degli articoli con tag: librerie

Leggere crea indipendenzaCosa ci fa un pacchetto di sigarette sullo scaffale di una libreria? E un fustino di detersivo tra la sezione “Novità” e la sezione “Gialli”? E quel pacco di pasta accanto a Dostoevskij? Dopo il successo all’Officina dei Libri di Cagliari, dove sono andati a ruba in pochi giorni, la mostra dei nostri CofaLetti (rassegna di packaging letterari) arriva anche a Ravenna, in un’altra di quelle librerie indipendenti che sanno coltivare un rapporto speciale con il pubblico dei lettori: la libreria Liberamente, gestita da Matteo Diversi.

L’offerta dei packaging letterari in mostra è varia e spazia dal brick contenente un “libro intero parzialmente illustrato” al “diversivo concentrato contro la noia più ostinata”, fino al pacco di “Storie al Testo da consumarsi previa lettura”. All’interno di ogni CofaLetto ci sarà una sorpresa letteraria.

Anche in questo caso la mostra è collegata all’iniziativa di Geca a favore degli editori indipendenti. Tutti i lettori che acquisteranno almeno tre libri di case editrici indipendenti potranno portarsi a casa un “pezzo” di mostra, scegliendo il proprio CofaLetto preferito.

In attesa di interventi organici da parte del Governo, che – speriamo – riprenda il piano per la lettura che l’ex Ministro Bray aveva quasi messo a punto, la lotta contro la crisi dell’editoria e delle librerie passa dal lavoro e dall’intelligenza di librai ostinati e di piccoli e medi editori che continuano nonostante tutto a credere nella necessità di un panorama editoriale ricco e plurale. Geca ha deciso di stare al loro fianco, anche attraverso iniziative come questa.

Vi aspettiamo a partire da giovedì 13 marzo alla libreria Liberamente di Ravenna, in viale Alberto 38. Intanto, ecco una gallery con alcuni dei CofaLetti esposti…

 

CofaLetti a Ravenna!

Annunci

L’altro giorno alla Camera è stata votata la proposta di legge firmata dall’onorevole Riccardo Levi in materia di prezzo di libri, che dovrà ora passare all’esame del Senato. Si tratta di una legge che intende regolamentare gli sconti da parte di editori e librerie. Così come è concepita (vedi approfondimento in fondo al post) la Legge Levi penalizzerà i medi e piccoli editori e le librerie indipendenti. La norma, infatti, lascia ampia libertà di sconto e di promozione agli operatori del settore, a tutto vantaggio dei grandi gruppi che hanno dimensioni tali da poter gestire politiche di sconto aggressive. Le vittime predestinate di questa legge saranno gli editori e le librerie indipendenti, che non potranno opporre difese a politiche di vendita basate sul prezzo.

Questa proposta di legge fa del libro un mero prodotto, rischiando di espellere dal mercato chi si sforza di affiancare a una pura logica commerciale anche uno sforzo di proposta culturale, che non sempre si può conciliare con i grandi numeri e le alte tirature. E’ ovvio che una Leggi il seguito di questo post »