Archivi per la categoria: Fotografia

cover-calendario-geca-stephen-fabesLo sguardo concentrato e aperto al futuro di una bambina che ha appena imparato ad andare in bici, la pedalata di Vincenzo Nibali al Giro d’Italia, il sorriso delle staffette partigiane il giorno della Liberazione: sono solo alcune delle storie raccontate attraverso le immagini del calendario Geca, quest’anno dedicato alla bicicletta. Un racconto tra storia, agonismo e stili di vita.

Nel 2017 si corre la centesima edizione del Giro d’Italia; partendo da questa ricorrenza abbiamo deciso di celebrare un mezzo di trasporto che ha segnato diverse epoche nella storia del nostro Paese e continua a rappresentare un oggetto dinamico, capace di accompagnare i cambiamenti della società.

La bicicletta è tornata infatti a vivere una seconda giovinezza grazie all’innovazione tecnologica e alla ricerca sui materiali, ma anche perché nuovamente al centro delle politiche di mobilità. Nel 2011 è avvenuto un sorpasso storico: per la prima volta da decenni, in Italia si sono vendute più biciclette che auto, un dato confermato negli anni successivi.

Quest’anno il calendario è stato realizzato in collaborazione con Roberto Peia di UpCycle Bike Cafè.

In sella, dunque, e buon viaggio: a questo link potete visualizzare la gallery con tutte le foto del calendario.

calendari-geca

I calendari fotografici Geca sono ormai una tradizione. Ecco le copertine di quelli realizzati negli ultimi nove anni.

Annunci

450-calendario-geca-2016-lucas-cop

Quando abbiamo deciso che avremmo dedicato il calendario fotografico Geca 2016 al 70° della nostra Repubblica, ci siamo domandati in che modo avremmo potuto raccontare questa ricorrenza per immagini. Ci è stato subito chiaro che saremmo dovuti partire dalla Costituzione, entrata in vigore un anno e mezzo dopo il referendum del giugno 1946 con cui gli italiani scelsero la Repubblica, abbandonando la Monarchia. In particolare, abbiamo deciso di focalizzarci sui princìpi fondamentali, ovvero i primi articoli, dodici come i mesi dell’anno, che definiscono i valori su cui si basa la convivenza repubblicana.

A quel punto dovevamo selezionare delle immagini che fossero in grado di raccontare quei principi attraverso i volti e le storie d’Italia. Anche questa scelta è stata immediata. Il lavoro di Uliano Lucas ci appassiona da anni; ha attraversato questi decenni raccontando il lavoro, le lotte per i diritti, le guerre, le migrazioni, la dignità sociale degli ultimi (si pensi ai reportage sulla questione psichiatrica). Chi meglio di lui avrebbe potuto dare vita fotografica a quei dodici articoli? Così gli abbiamo presentato il progetto, che gli è piaciuto. E ha selezionato lui stesso le immagini che, secondo la sua sensibilità, meglio illustravano ciascun articolo.

Il calendario Geca 2016 è il risultato di questo percorso, un modo per celebrare non solo l’istituzione repubblicana, ma anche lo “spirito” dei costituenti, che hanno saputo scrivere un provvedimento legislativo tra i più avanzati del mondo attraverso un linguaggio preciso, ma comprensibile. In questi tempi per certi versi preoccupanti, le parole e i valori inseriti nella Carta rappresentano ancora oggi un motivo di speranza e uno stimolo per provare ad applicare ogni giorno quei principi, concretamente.

Clicca per sfogliare la gallery fotografica

 

Double-Decker Bus, London 1972

Double-Decker Bus (1972)Calendario Geca 2014 | Giugno

Il caratteristico autobus londinese a due piani venne progettato e costruito dalla Associated Equipment Company (AEC) a partire dal 1954.

I Routemaster (questo il loro nome) avevano il motore anteriore e una pedana posteriore aperta. La produzione si concluse nel 1968, ma i veicoli rimasero in funzione fino al 2005.

Il 27 febbraio 2012 ha preso servizio il primo esemplare del nuovo modello − fortemente voluto dal sindaco Ken Livingstone − che richiama molti elementi dell’antico design, compresa la piattaforma posteriore aperta.

[Questa fotografia fa parte del progetto London Recalling]

Oxford Street LondonOxford Street (1972)Calendario Geca 2014 | Maggio

Nei primissimi anni Settanta Oxford Street – la più famosa via dello shopping londinese – era anche la più pericolosa per i pedoni.

Pochi mesi dopo questo scatto, nel 1973, il Greater London Council decise di pedonalizzare in via sperimentale la lunga arteria commerciale. L’esperimento non durò, ma negli anni successivi il tema sarebbe tornato ciclicamente a occupare il dibattito pubblico. Oggi vi possono circolare solo bus, taxi e veicoli a due ruote.

Nonostante questo, la concentrazione di biossido di azoto è 4,5 volte più alta dei limiti imposti dalla UE.

[Questa fotografia fa parte del progetto London Recalling]

Dopo la scuola (1972)Dopo la scuola (1972)Calendario Geca 2014 | Aprile

Il sistema scolastico inglese è stato caratterizzato da un forte decentramento fino al 1988, anno in cui l’Education Reform Act ha provveduto a introdurre programmi scolastici nazionali, pur mantenendo una marcata flessibilità.

L’obbligo scolastico va dai 5 ai 16 anni. L’istruzione di qualità non è tuttavia alla portata di tutti: fra i 100 migliori licei del paese, 87 sono privati e solo 13 pubblici.

Nel novembre 2013 è stata annunciata una nuova riforma del sistema che prevede, tra l’altro, più matematica: a cinque anni tutti i bambini dovranno saper frazionare per 1/2 e 1/4.

[Questa fotografia fa parte del progetto London Recalling]

Portobello-Market-London-1972Portobello Market (1972)Calendario Geca 2014 | Marzo

Nel 1739 l’ammiraglio britannico Edward Vernon sconfisse gli Spagnoli e conquistò la città caraibica di Puerto Bello, che l’anno successivo diede i lnome alla Portobello Farm, nell’attuale quartiere di Nothing Hill. Nel 1841 la vicina strada di campagna Green’s Lane venne ribattezzata Portobello Road.

L’area rimase agricola fino alla seconda metà del XIX secolo, quando i campi cedettero il posto a ferrovie, marciapiedi, case e botteghe artigiane.

Dalla fine del XIX secolo iniziò a tenersi un mercato, dove solo nel secondo dopoguerra comparvero i prodotti di antiquariato.

[Questa fotografia fa parte del progetto London Recalling]

Visitando Londra (1974)Visitando Londra (1974), Calendario Geca 2014 | Febbraio

Alla fine degli anni Settanta, circa 12 milioni di turisti si recavano ogni anno in Gran Bretagna; nel 2013 sono saliti a 33 milioni. La sola Londra attrae ogni anno circa 15 milioni di turisti, facendo della capitale britannica la seconda città più visitata al mondo dopo Parigi.

I francesi sono il gruppo nazionale più numeroso e rappresentano il 12% di tutti i turisti, seguiti da tedeschi (10%) e statunitensi (9%). Questi ultimi sono però quelli che spendono di più (13%).

[Questa fotografia fa parte del progetto London Recalling]

Il cambio della guardia, London 1974Il cambio della guardia (1974), Calendario Geca 2014 | Gennaio

Il cambio della Queens Guard è una tradizione che risale al 1660. Nei mesi estivi si svolge tutti i giorni alle 11.30, mentre nel periodo invernale una volta ogni due giorni.

La guardia montante arriva nel cortile di Buckingham Palace accompagnata dalla fanfara per dare il cambio alla guardia smontante. La cerimonia dura 40 minuti durante i quali la banda musicale suona marce militari, ma anche melodie tratte da musical o brani pop.

Il tipico cappello Bearskin indossato dai militari è di vera pelliccia.

London Recalling

480_copertina

Il calendario fotografico Geca è una tradizione che in tanti (clienti e amici) apprezzano e attendono. Per coloro che non hanno avuto l’opportunità di riceverne una copia, quest’anno abbiamo deciso di pubblicare le fotografie “a puntate”, mese per mese, su questo blog. Iniziamo oggi con la foto di copertina, per introdurre il tema che abbiamo scelto per questo 2014.

Il viaggio fotografico di quest’anno ci porta nella Londra di quarant’anni fa: tutte le fotografie sono infatti state scattate nel 1972 e nel 1974. I Beatles avevano appena finito di rivoluzionare la musica e la cultura pop, mentre Margaret Thatcher non aveva ancora iniziato a governare con quelle ricette liberiste e monetariste che avrebbero rivoluzionato la Gran Bretagna e il mondo intero. Un’epoca di grandi cambiamenti era appena terminata e, tra crisi energetica e inflazione crescente, nuove profonde trasformazioni stavano per modificare il volto di una città e di una nazione.

La Londra di queste immagini conserva alcuni tratti di quella odierna – soprattutto per la capacità di accogliere e far germogliare nuovi fermenti culturali – ma la società inglese è radicalmente mutata. La culla della rivoluzione industriale ha assistito alla chiusura delle fabbriche e all’affermarsi di quell’economia finanziaria che ha caratterizzato l’ultimo trentennio. L’effetto straniante che questi scatti sono in grado di produrre sta proprio qui: un inaspettato sentimento di familiarità convive con la percezione di un’epoca che appare ormai lontanissima.

Il nuovo calendario fotografico Geca 2009 è dedicato all’acqua. Si intitola “H2O: l’acqua nelle nostre vite”. E’ difficile, di anno in anno, prevedere su quale argomento ci focalizzeremo. Dopo il calendario dedicato a Berlino, nel 2008, molti si aspettavano un’altra città europea. Invece, questa volta, ci siamo soffermati a riflettere su come questo elemento entri nelle nostre vite in ogni istante, anche quando non ce ne accorgiamo. L’acqua serve infatti a produrre l’energia che consumiamo e a trasportare le merci che acquistiamo; con l’acqua vengono irrigati i campi dove si coltivano i prodotti  che mangiamo o il foraggio per gli animali che alleviamo; l’acqua alimenta le fontane che abbelliscono le nostre città; con l’acqua celebriamo riti religiosi e ci teniamo in forma nuotando in una piscina….

Sul sito Geca è possibile sfogliare tutte le 13 immagini che compongono questo originale progetto, arricchito, nella versione “cartacea”, di notizie e curiosità che, ogni mese, accompagnano la foto.

Inutile aggiungere che il calendario è stato stampato su carta FSC “amica delle foreste”.